16/04/2014

  • Stampa

lettera aperta al

Soprintendente di Salerno

ing. Gennaro Miccio

leggi la lettera

< Indro Montanelli in un memorabile articolo dal titolo “Resistere ai privati”, pubblicato il 12 marzo 1966 sulle pagine del Corriere della Sera, sosteneva: “Un soprintendente è tenuto a compiere sopralluoghi, controllare perizie, dirigere i lavori, pubblicare studi, redigere piani paesistici, ma soprattutto resistere ai privati che vorrebbero distruggere tutto per rifarlo in vetrocemento, quasi sempre con l’assenso e l’appoggio delle autorità”.

È questo il tempo, Signor Soprintendente, per “resistere ai privati”, per invertire sul serio la rotta, adottando ogni misura utile ad impedire che una enorme speculazione privata travolga e stravolga per sempre l’armonia urbanistica e paesaggistica dell’area più rappresentativa della città. >