08/07/2014

PROCESSO CRESCENT, ITALIA NOSTRA E COMITATO NO CRESCENT: PRONTI A COSTITUIRCI PARTE CIVILE

ANCHE IL COMUNE E IL MINISTERO DELL'AMBIENTE DEBBONO CHIEDERE I DANNI AI RESPONSABILI DELLO SCEMPIO!

All’udienza preliminare del 9 ottobre dinanzi al Gup, dottor Sergio De Luca, le associazioni “No Crescent” e Italia Nostra, riconosciute come persone offese dalla Procura, si costituiranno parte civile.

italia-nostra2  LOGO Ufficiale NoCrescentweb

Da anni il comitato e Italia Nostra denunciano puntualmente le violazioni urbanistiche, anche in relazione ai permessi di costruire rilasciati agli imprenditori privati, come pure le violazioni edilizie nell’intero comparto.

Il Crescent è divenuto nel tempo emblema dello scempio all’ambiente e alla legalità, è del resto un caso senza precedenti in Italia che nell’ambito di un Pua di iniziativa pubblica venga contestato il reato di lottizzazione abusiva.

Le gravi violazioni hanno, purtroppo, già stravolto i caratteri identitari della città, è per questo che è giusto che anche il Comune di Salerno, come il Ministero dell’ambiente, si costituiscano parte civile, ipotesi contemplata dallo stesso Gup. È questo che, nei prossimi giorni, chiederemo formalmente agli enti pubblici.

Salerno 8.07.2014

ITALIA NOSTRA

COMITATO NO CRESCENT

Informazioni aggiuntive