28 marzo 2009

Il Comitato.nocrescent di Salerno sposta verso una tribuna nazionale la battaglia di sensibilizzazione contro la costruzione dell’edificio residenziale CRESCENT nell’area di Santa Teresa.

IL SECOLO XIX, quotidiano di Genova, ha dato ampio spazio al dibattito in corso a Salerno sull’emiciclo di Bofill.

Si spiega l’analoga esperienza di Salerno e Savona, città che hanno in comune il mare, il porto e il semi-cerchio di cemento “Crescent”.

Il quotidiano ligure sottolinea le iniziative del Comitato e il rischio che una costruzione fuori scala caratterizzi in maniera troppo evidente uno dei tratti di costa più belli del nostro Paese.

“E’ con soddisfazione che riscontriamo”, afferma l’architetto Renato Giordano del Comitato, “che il nostro impegno civico trova eco sui fogli del quotidiano ligure”.

“Riscontriamo”, continua l’architetto, “che alla cittadinanza salernitana non viene mostrato alcun documento o studio grafico di analisi per l’impatto ambientale”.

Il Comitato pone l’accento sull’esperienza savonese evidenziando un passaggio significativo dell’articolo che precisa solo alla fine si è potuto capire quant’era pesante l’impatto di una costruzione di questo tipo, perché dai progetti e dai plastici non si era davvero compreso.

Comitato NoCrescent

Informazioni aggiuntive