Costi e Guadagni

Costi economici e sociali, interrogativi?

Quanto sia già costato e quanto alla fine costerà, alla comunità salernitana, l'intervento complessivo per l'edificazione di un megacondominio nel cuore della città storica, non è dato sapere con esattezza. Quanto è costato fare piazza pulita di tutte le strutture  presenti nell'area di s. Teresa, non è stato pubblicizzato, ma sono stati spesi milioni di euro. Nei costi fin qui sostenuti vanno conteggiate le spese per:
1 - L’Apu di Santa Teresa (area di puntuale trasformazione urbanistica) elaborata da Bohigàs, di cui poi il Comune di fatto non ha tenuto conto, tanto è vero che ha indetto un bando di concorso su curriculum (non un concorso di idee), successivamente vinto da Bofill. Quest'ultimo percepirà una parcella di € 2.676.900,98 per il progetto del "waterfront" o fronte del mare. (G.C. N°950 del 06/07/2007);
2 - La demolizione milionaria dell'Hotel Jolly, il cui valore, determinato da una perizia, è stato approvato in consiglio comunale. I proprietari, in cambio, riceveranno una quota dei diritti edificatori degli edifici che contorneranno la piazza;
3 - Il valore immobiliare di alcuni tra gli edifici già demoliti come l’Istituto Nautico, edificio pubblico, sacrificato sull’altare di "Piazza della libertà";
4 - L'ulteriore somma di € 10.335.874,00 versata dal Comune al Demanio per la riacquisizione di una parte dell'area demaniale già in suo possesso (guarda caso l'area di sedime del futuro edificio detto Crescent mq 4985,00), affinché togliesse il vincolo decennale di inalienabilità (G.C. N° 273 del 06/03/2009).
Di sicuro chi realizzerà gli edifici non dovrà farsi carico dei costi della piazza vera e dei parcheggi interrati, dato che i soldi per queste opere rientrano nel Programma Operativo Regionale Campania Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2007-2013 (G.C. N° 315 del 13/03/2009)

Informazioni aggiuntive