Crescent: Sgarbi e Cirielli concordano sulla "bruttura" del progetto

  • Stampa
cirielli_sgarbi_max
Vittorio Sgarbi, presente questa mattina all'inaugurazione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum, ha apprezzato la significativa vetrina internazionale ed ha visitato lo stand della Provincia, elogiando le proiezioni del Castello di Arechi, restaurato di recente dall'Amministrazione Cirielli.
Proprio con il Presidente della Provincia, On. Edmondo Cirielli, Vittorio Sgarbi, dopo una calorosa stretta di mano e qualche battuta ironica sulle "bellezze" locali, ha promesso di ritornare presto a Salerno per visitare il rinnovato Castello e conoscere meglio il lavoro degli assessorati al Patrimonio, Cultura e Turismo, relativo al rilancio turistico archeologico territoriale. Sul "Crescent" di Salerno, anche Sgarbi ha concordato con Cirielli, usando termini molto coloriti, sulla "bruttura" del progetto: "anche se non ne conosco ancora bene i particolari- ha detto Sgarbi- il solo nome datogli è brutto. Ho apprezzato l'architetto Bofill, ma per questa realizzazione mi sembra non ci sia sintonia tra la città ed il mare. Verrò presto a visitare il Castello di Arechi, di cui oggi ho avuto in regalo un catalogo curato dalla Provincia di Salerno e conosciuto chi si è impegnato tanto per il suo recupero". Vittorio Sgrabi ha partecipato ad un salotto televisivo con l'Assessore provinciale al Patrimonio, Adriano Bellacosa e con il delegato al Turismo e Spettacolo, Alberico Gambino, durante il quale ha sottolineato il valore della Borsa Archeologica di Paestum, complementare alla Bit di Milano ed occasione di promozione turistica e culturale per la provincia salernitana, che oggi ha ospitato l'evento di rilevo internazionale con la presenza del Consigliere di Stato del Portogallo, E. Summavielle.