Salerno in prima 19/01/2010

  • Stampa
Caso Crescent,
in corso ispezione
ministeriale
alla Soprintendenza
Martedì 19 Gennaio 2010
(leggi articolo)

Secondo quanto riportato dal Comitato No Crescent, sarebbe in corso da ieri un'ispezione ministeriale presso la Soprintendenza cittadina sul caso Crescent. Il comportamento assunto da Palazzo D'Avossa nella questione urbanistica riguardante la "mezzaluna" di Bofill aveva sollevato diverse perplessità.

"Il Comitato - si legge in una nota diramata martedì pomeriggio - ha più volte criticato il ruolo avuto dalla Soprintendenza locale nella vicenda: la mancanza di valida documentazione, principalmente di regolari rendering, nella procedura che ha comunque portato al consolidamento del silenzio-assenso, i rapporti tra il Soprintendente Zampino e il Comune di Salerno, con le denunce di incompatibilità tra il ruolo istituzionale e il futuro incarico di Zampino nell'Urban Center".

Di qui sono scaturite proteste e lettere di denuncia al Ministero Bondi e alla Soprintendenza regionale, che pure era intervenuta con una nota lo scorso 21 settembre, con la quale la Direzione Regionale chiedeva ufficialmente al Comune di rivisitare il progetto di Bofill. Il No Crescent nelle prossime ore invierà un proprio Dossier al Ministro Bondi affinché gli ispettori abbiano un quadro completo della vicenda urbanistica.