Puntare in alto: quando il lampadario diventa fashion

Puntare in alto è sempre positivo.

Sia che si tratti di un’ambizione o di un sogno personale, permette infatti di migliorarsi e di dare il meglio di sé, specialmente quando, magari, altri invece non credono in noi.

Talvolta tuttavia, l’espressione “puntare in alto” assume come proprio oggetto il termine “sguardo” e la frase tutta intera diventa allora “puntare in alto lo sguardo”.

Negli spazi aperti ciò può accadere per svariati motivi, perché si cerca consiglio dal cielo, perché si guardano le stelle o il campanile di una chiesa antica.

Negli spazi chiusi, invece, quando si alza lo sguardo di solito lo si fa per un motivo solamente : vedere come è il soffitto.

Può sembrare strano, e forse soltanto qualche anno fa di certo lo era. Guardare il soffitto di uno spazio chiuso, sia esso una casa, un ufficio o un locale.

Eppure recentemente il soffitto sta tornando di moda, o meglio si sta inserendo anch’esso tra gli elementi di cui dover tener conto per rispettare il parametro moda.

Il soffitto,infatti, sta progressivamente perdendo la propria connotazione di elemento statico ed insignificante di un ambiente, per assurgere invece ad elemento di primo ordine nel mondo più fashion e cool.

Succede nei locali. Quelli più trendy e alla moda ultimamente stanno cercando di animare i propri soffitti con luci ma anche con scritte, al fine di catturare sempre più attenzione e gusti dei propri clienti.

Succede, tuttavia, e sempre più frequentemente, anche nelle case.

Ed ecco dunque che la scelta del lampadario che correda e completa il soffitto del proprio appartamento assume così rilevanza centrale. Le opzioni di certo non mancano, pronte a soddisfare ogni più svariato gusto con diverse forme e tipologie. Attenzione a non sbagliare, però. Perché quando lo sguardo dei vostri ospiti si sposterà verso l’alto non appena abbiano fatto ingresso nel vostro appartamento, una scelta fashion può significare una serata di successo.