Lavoro in un’impresa di pulizie

Spesso gli addetti alle pulizie vengono derisi per il lavoro che svolgono, in questo articolo però scoprirete in cosa consiste realmente il lavoro in un’impresa di pulizie e di conseguenza di coloro che lavorano in una ditta di pulizie.

 

Cosa è una ditta di pulizie

 

Le imprese di pulizie sono molto spesso delle cooperative che operano appunto nell’ambito della pulizia e dell’igiene e il loro compito è quello di rendere determinati ambienti puliti e adatti al pubblico. Sono costituite da un sistema piramidale dove al vertice ci sono i dirigenti e alla cui base ci sono gli addetti alle pulizie. Il lavoro di una ditta di pulizie viene stabilito su turni, e nelle ditte più grandi che appaltano grossi negozi la turnazione è più rigida e dettagliata. Se il negozio in questione è molto grande viene stabilito, all’inizio del contratto di appalto, quanti operatori serviranno, per quante ore e per quali giorni.

 

I macchinari e le attrezzature

 

Negli anni passati le ditte di pulizie operavano tramite i classici strumenti di lavoro come ad esempio scope e stracci. Ai giorni nostri, anche queste imprese si sono dovute adattare al progresso tecnologico, adottando così nuove strumentazioni e nuovi detergenti sviluppati per una pulizia migliore e più efficace. Infatti con le nuove spazzatrici e motoscope è possibile pulire ambienti più ampi senza troppi sforzi e con i nuovi detergenti si può pulire in tranquillità e senza che venga fatto uno sforzo eccessivo nello strofinare, grazie alle loro composizioni super concentrate conto le quali nessun tipo di sporco può resistere.

 

Gli addetti alle pulizie

 

Per quel che riguarda gli addetti alle pulizie, sono operatori il cui compito è quello di pulire, ma che fanno ben altro. In un ambiente sporco è più facile la proliferazione di batteri, e un addetto alle pulizie impedisce proprio questo. Oggi più che mai c’è bisogno di pulizia. Gli addetti devono seguire un capitolato che viene fornito dall’azienda al momento dell’assunzione; devono tenere i prodotti forniti dall’azienda per un tot di mesi, trascorsi i quali è possibile richiedere un rifornimento.