Le regole della lingerie: come scegliere il reggiseno

Il reggiseno o bra è l’intimo più amato e odiato dalle donne che devono saperlo scegliere e abbinare sapientemente all’outfit scelto. I consigli degli esperti

Fin da quando è stato introdotto, nei primi anni del ‘900 quando era composto solamente da un tessuto rigido e due semplici strisce di stoffa, il reggiseno è stato il capo di lingerie più discusso, controverso o amato dal popolo femminile.

Per alcune donne è soltanto una costrizione, per altre invece un accessorio indispensabile per sagomare la silhouette, altre ancora lo considerano un oggetto di denigrazione, basti ricordare che le femministe lo bruciavano in piazza in segno di protesta.

Ultimamente sembra invece che il reggiseno, detto in gergo fashionista bra, sia tornato pesantemente alla ribalta: Marc by Marc Jacobs lo fa addirittura indossare sopra le t-shirt come se fosse un gilet couture, mentre invece le trend setter del momento lo preferiscono sportivo, da portare sotto salopette o abiti super aderenti. Resta comunque una bella percentuale di donne che sono decise a non sposare questa tendenza e che preferiscono non metterlo in mostra.

Comunque fin da quando il reggiseno esiste nella storia della lingerie una regola rimane sempre valida: il reggiseno deve sempre essere scelto in base all’abito che si indossa. Abbiamo allora chiesto allo staff di Lamì Lingerie, portale dedicato alla lingerie sexy e all’intimo da donna, una smart guide su quale bra indossare a seconda dell’outfit scelto.

Abiti dalle stoffe leggere e poco coprenti

Quando si indossa un abito che lascia intravedere qualsiasi modello di reggiseno oppure non si ama indossare il bra, la soluzione migliore sono le coppe in silicone oppure i copri capezzoli.

Reggiseno sportivo

In caso di T-shirt trasparenti, abiti a rete o bluse di seta, il nuovo dress code richiede un reggiseno sportivo, come ha suggerito Versace nell’ultima passerella.

In caso invece di profondissime scollature o sotto una salopette in denim allora è consigliabile optare per un bra sportivo a vista, meglio ancora se super minimal, tipo la fascia basica nera vista da Saint Laurent.

Giocate sull’effetto contrasto

In caso di camicia traforata bianca meglio indossare un Bra a contrasto, il reggiseno ton sur ton sembra un ibrido un po’ scontato. Quindi ok ad esempio un bra essenziale nero, che ricorda il pezzo sopra del bikini a triangolo.

Un bra senza spalline in caso di scollatura Saint Tropez.

Se indossate abiti con la tipica scollatura Saint Tropez che mette in evidenza le spalle allora scegliete sempre reggiseni senza spalline. In commercio si trovano dotati di fascette di silicone per far aderire il capo di lingerie alla perfezione, senza farlo muovere.

Per una scollatura vertiginosa.

Quest’estate è un tripudio di abiti dal V-neck, che lasciano la schiena nuda e talvolta arrivano anche fino al girovita. In questo caso il reggiseno deve rispettare la forma dell’abito e soprattutto l’effetto “schiena nuda”; sono tantissime le case di lingerie che hanno proposto soluzioni di questo genere.