Troppa Juve per la Lazio, ora c’è l’Inter per i bianconeri

Non si ferma più la Juventus che dopo le dieci vittorie di fila in campionato passa anche in Coppa Italia. Non sono infatti paghi i bianconeri della grande rimonta effettuata in campionato che li ha portati nell’arco di tre mesi dalle zone medio-basse della classifica fino al secondo posto, a due punti dal Napoli capolista. Deve piegarsi la Lazio alla superiorità juventina, che passa per una rete a zero all’Olimpico nell’ultimo quarto di finale in programma grazie ad una rete, segnalata dall’occhio elettronico, dell’ex di turno Stephan Lichtsteiner a metà ripresa. Una vittoria più che meritata, che poteva essere molto più rotonda se non fosse stato per le parate del portiere bianco celeste Berisha e per la pessima mira di Zaza prima e di Dybala poi.

Un dominio netto quello bianconero, che ha evidenziato tutti i limiti della retroguardia laziale apparsa assolutamente troppo legnosa, statica e poco idonea per una squadra che vorrebbe puntare in alto. Un duro colpo per la squadra del presidente Lotito partita tra i migliori auspici ad agosto con i preliminari di Champions League e che si ritrova ora a confidare tutto nella Euro Cup, visto che in campionato le squadre di vertice sono ben lontane. L’unica nota positiva positiva è il ritorno del pubblico allo stadio, che per una sera ha rinunciato alle discoteche di Roma e a continuare lo sciopero per ritornare sugli spalti, sempre comunque contestando la proprietà.

 

Ora le semifinali
Rispondono presente le tre squadre più titolate del nostro campionato al richiamo delle semifinali di  Coppa Italia. Milan, Inter e Juventus sono le squadre che si contenderanno il trofeo assieme alla sorprendente Alessandria. Proprio i grigi, squadra che attualmente occupa il secondo posto del girone A del campionato di lega Pro,  terrà a battesimo il turno in casa contro i rossoneri, che a questo punto hanno senza nulla togliere ai piemontesi il biglietto per la finale dell’Olimpico in tasca visto la grande differenza di valore tra le due squadre, ma il pallone si sa è rotondo e l’Alessandria spera di ripetere gli sgambetti già fatti a Palermo e Genoa. Grande fascino infine per l’altra semifinale, il derby d’Italia tra Juve e Inter, che oltre che per lo scudetto lotteranno anche per questa competizione che entrambe vogliono assolutamente vincere.