La pasta di fimo: un hobby sicuro per le vostre bambine

Le vostre figlie stanno crescendo e non sapete quali siano gli hobby più sicuri ed educativi per loro? Lavorate con loro la pasta di fimo!

 

 

Quando i nostri figli iniziano a crescere, sorgono moltissimi dubbi: primo tra tutti come appassionarli a qualcosa di nuovo che sia educativo e, nel contempo divertente. Le soluzioni sono moltissime ma, i migliori psicologi infantili suggeriscono hobby manuali che aiutino i ragazzini a sviluppare uno spiccato senso estetico, creatività, fantasia e tanta sensibilità.

 

Oltre alla pittura, alla scultura, alla ceramica e al disegno, potete scegliere di insegnare loro a lavorare la pasta di fimo: una pasta sintetica modellabile, assolutamente non tossica, disponibile in moltissimi colori. Farlo è semplicissimo ma, per iniziare, potete scegliere di acquistare solo poche tonalità che, mescolate tra loro, daranno vita a nuove e splendide varianti.

 

Come lavorare la pasta di fimo

 

Per prima cosa adagiate, insieme ai vostri figli, il materiale necessario sul tavolo da lavoro: i panetti di fimo (da prediligere sono i seguenti colori: rosso, bianco, verde, giallo e nero), vernice protettiva a base acquosa e gli stuzzicadenti. Scaldate la pasta con le mani e iniziate a modellarla: scegliete, come prima cosa oggetti semplici: orecchini, ciondoli, braccialetti. Infine, dopo aver creato quanto desiderate, infornate la vostra creazione in un fornetto elettrico a 110 gradi e vedrete, dopo una trentina di minuti, il risultato tanto atteso. Solo alla fine, vi consigliamo di spruzzare la vernice

e di lasciare riposare. Non preoccuparsi della conservazione e della data di scadenza. Conservare il fimo è facilissimo: una volta che avete utilizzato la quantità necessaria alla vostra creazione, riponete il restante panetto in un luogo asciutto, all’interno di un contenitore ermetico o di una bustina di plastica. Il contatto con l’aria o, peggio ancora, con il calore non farà altro che indurire la pasta e renderla, di conseguenza, inutilizzabile. Il fimo

scade? Si chiedono in tanti! Ebbene sì, anche il fimo ha una data di scadenza che, tuttavia, è indicata sulla confezione e quindi visibile a tutti. Generalmente la pasta di fimo ha una durata molto alta (circa 2 anni) che si allungherà ancora di più se la conserverete nel modo

più appropriato! Adesso cosa aspettate: liberate la fantasia dei vostri figli e insieme a loro iniziate a lavorare la pasta di fimo che, oltre a darvi risultati inaspettati, vi farà divertire moltissimo!