Corso RSPP: per chi crede che prevenire sia un’azione prioritaria!

Corso RSPP: per chi crede che prevenire sia un'azione prioritaria!

La figura del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione è stata introdotta nell'ordinamento giuridico italiano nel 1994, a seguito del recepimento di alcune direttive di carattere comunitario in materia di sicurezza sul lavoro.

Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione di un'azienda ha il compito di realizzare il cosiddetto Documento di valutazione dei rischi: un documento contenente appunto tutti i principali rischi che possono riguardare una determinata azienda ed i relativi ambienti di lavoro, in cui sono specificate tutte le misure necessarie a livello di prevenzione e di protezione.

 

La produzione di questo documento è uno degli obblighi che spettano al datore di lavoro, e la legge prevede che, in alcuni casi, la figura del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione possa corrispondere a quella del datore di lavoro medesimo.

Nello specifico, la legge vigente prevede che il datore di lavoro possa nominarsi Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione solo per quanto riguarda aziende artigiane e industriali fino a 30 lavoratori (salvo alcune eccezioni), aziende agricole e zootecniche fino a 30 lavoratori, aziende che operano nel settore della pesca fino a 20 lavoratori ed altre aziende fino a 200 lavoratori.

 

Il corso RSPP è appunto il percorso formativo attraverso cui un datore di lavoro diviene a tutti gli effetti Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione della sua azienda, e tramite cui acquisisce le competenze tecniche necessarie per produrre, collaborando con il medico competente e con il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, il Documento di valutazione dei rischi.

Esistono 3 diverse tipologie di corso RSPP, ovvero corso RSPP per rischio basso, per rischio medio e per rischio alto, i quali durano rispettivamente 16, 32 e 48 ore, e la scelta del corso cui il datore di lavoro dovrà fare riferimento per divenire Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione della sua azienda dipende ovviamente dal tipo di attività svolta.

 

Il corso RSPP si articola in 4 moduli, il primo dei quali è di natura giuridico-normativa: in questa fase del corso ci si sofferma su vari aspetti giuridici quali il sistema istituzionale della prevenzione ed il sistema di qualificazione delle imprese.

Il secondo modulo è di natura gestionale ed organizzativa, e tocca varie tematiche quali i criteri di individuazione dei rischi, i modelli di organizzazione e gestione della sicurezza, la gestione della documentazione tecnico-amministrativa, la prevenzione di incendi, e le modalità di gestione delle necessità di primo soccorso e di emergenze di vario tipo.

In questo modulo, inoltre, ci si sofferma sulle specificità del Documento di valutazione dei rischi, il quale come detto dovrà essere prodotto proprio dal Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione in collaborazione con altre figure.

 

Il terzo modulo, prettamente tecnico, si sofferma sull'individuazione e sulla valutazione dei rischi, dunque offre all'allievo tutti gli strumenti utili per valutare rischi legati allo stress da lavoro-correlato, i rischi legati all'età ed al genere, inoltre in tale modulo ci si sofferma sui cosiddetti DPI, dispositivi di protezione individuale, e su altri argomenti quali la sorveglianza sanitaria.

Il quarto ed ultimo modulo riguarda la formazione e la consultazione dei lavoratori, dunque affronta argomenti quali le tecniche di comunicazione, la formazione e l'addestramento del personale, le modalità di nomina e di elezione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza.

 

La legge prevede che gli allievi che hanno conseguito l'attestato di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione debbano seguire un nuovo corso RSPP ogni 5 anni, con finalità di aggiornamento; la durata dei corsi RSPP di aggiornamento è di 6 ore per quanto riguarda il rischio basso, 10 ore per il rischio medio e 14 ore per il rischio alto.

Per accedere a un corso RSPP di qualsiasi tipologia non sono necessari particolari requisiti, se non la comprensione della lingua italiana.

 

La legge prevede che solo una parte di questo corso, ovvero esattamente i primi due moduli, possa essere seguita in modalità eLearning, dunque online; per quanto riguarda gli altri due moduli, invece, è necessario che siano tenuti in modalità tradizionale, ovvero in aula.

L'attestato che l'allievo ha modo di conseguire tramite questo corso ha validità su tutto il territorio nazionale.