Come addestrare il proprio cane

Come addestrare il proprio cane

I cani sono sicuramente gli animali domestici  più amati dall’uomo, questi sono in grado di regalare un amore infinito ai propri padroni e lo  dimostrano ogni giorno con la loro fedeltà, mentre tante volte siamo noi esseri umani che non ci occupiamo dei nostri amici lasciandoli per strada contribuendo ad aumentare il numero dei cani smarriti e purtroppo anche di quelli abbandonati.

Il cane può essere considerato come un figlio ed è molto importante cercare di educarlo ed addestrarlo a quelle che sono le funzioni più attinenti alla sua razza, infatti come dice un detto  “non ci sono cattivi cani ma solo cattivi padroni”.

La prima cosa da fare quando ci si trova ad addestrare un cane, sia che questo un cucciolo o un cane adulto, è quella di diventare per lui un punto di riferimento, infatti l’animale si deve fidare e devi sentirsi al sicuro quando si trova con il suo padrone, quindi è doveroso non essere aggressivi e non maltrattarlo.

Per quel che riguarda l’educazione dei cani l’Italia è un paese all’avanguardia, gli educatori italiani sono tra i primi al mondo e sono in grado di aiutare il cane nel loro percorso di crescita  per vivere al meglio insieme ai padroni e anche agli altri animali.

La cosa preferibile quando si parla di educazione del cane è quella di iniziare fin da quando sono cuccioli in modo che il processo risulti più facile, mentre quando ci si trova ad educare un cane già adulto si possono incontrare alcuni problemi.

Tra i metodi che vengono usati per addestrare un cane troviamo sicuramente quello del rinforzo positivo, che consiste nel dare un premio in cibo, solitamente bocconcini, al cane ogni volta che l’animale compie un’azione degna di rilievo.

Il bello di questo metodo è che risulta essere molto semplice e quindi applicabile da chiunque voglia addestrare il proprio cane.

Quando iniziare ad educare il cane

Per addestrare un cane è importante iniziare con la comprensione degli spazi, soprattutto per quei cani che si trovano in casa, che devono comprendere al meglio quelli che sono i loro limiti.

Per quel che riguarda i comandi base qui il discorso è molto soggettivo, infatti ogni cane ha la propria capacità di apprendere, ci sono quelli che apprendono prima e quelli che ai primi comandi si distraggono pensando solamente a giocare. In questo caso è molto importante essere pazienti e provare i comandi base per diverso tempo  fino a quando il cane non recepisce il comando. Molte sono le possibilità di farsi aiutare in questo compito da chi si occupa di questo a livello professionale, in genere si tratta di incontri con il padrone e l’esperto che di volta in volta saprà indicare il metodo migliore per addestrarlo in modo corretto e sempre venendo incontro alle esigenze, ai tempi e alle caratteristiche del nostro amico a quattro zampe.