Lavatrice in bagno: come non rinunciare a stile e praticità

{CAPTION}

Che si stia ristrutturando casa o si decida di rinnovare il proprio bagno perché vecchio, malconcio e un po’ datato, è bene valutare tutte le variabili e tutte le opzioni che possiamo attuare. Prima di tutto bisogna decidere se si preferisce la vasca o la doccia, dove posizionare i sanitari e dove il lavabo con lo specchio.  Oggi gli appartamenti sono spesso molto piccoli e, talvolta, bisogna fare un vero e proprio gioco all’incastro per piazzare in bagno anche la lavatrice. Anche se a primo acchito può sembrare una cosa impossibile, bisogna armarsi di pazienza, prendere la pianta del bagno, avere la consapevolezza delle misure a disposizione e iniziare a pensare come arredare la stanza. Per la ristrutturazione del bagno a Roma, per esempio, è possibile e consigliabile rivolgersi a dei professionisti.

Intanto, però, ecco alcuni suggerimenti per iniziare a farsi un’idea di come poter arredare il bagno con lavatrice annessa, senza necessariamente lasciarla in bella vista:

  • A incasso per una parete funzionale, ma con stile. Questa soluzione integra perfettamente l’elettrodomestico con il mobile del lavabo e gli eventuali sportelli; se la grandezza del bagno lo prevede si potrebbe inserire anche una soluzione porta panni sporchi.

  • Ante pieghevoli. Questa soluzione è possibile sia nei casi in cui il bagno è davvero piccolino sia in caso contrario; in entrambe i casi, comunque, con le ante pieghevoli di colore bianco, effetto legno o a specchio si cela la lavatrice in linea con lo stile del bagno. Per una soluzione più easy è possibile optare per una tenda, soluzione facile, veloce ed economica.

  • Sfruttare gli spazi verticali. Ideale per realizzare un angolo lavanderia con scaffali verticali in acciaio o in legno; qui sarà possibile posizionare oltre alla lavatrice anche l’asciugatrice o, magari, un cestone porta biancheria, bucato o panni sporchi. Per chi non vuole lasciare la scaffalatura a vista, utili ante o tende.

  • Ordinare uno scaffale su misura. Per questa versione è necessario avere sufficiente spazio per far realizzare un mobile ad hoc in muratura, legno o cartongesso adatto al nostro spazio senza rinunciare alle caratteristiche che si ricercano; addirittura è possibile ottenere anche un piccolo ripostiglio.

Ma se il bagno di casa è davvero molto piccolo tanto da non permettere la realizzazione di uno di questi espedienti d’arredo e non ci sono a disposizione posti alternativi per posizionale la lavatrice, allora dobbiamo fare di necessità virtù e lasciarla a vista. Sicuramente, però, si dovrà scegliere un modello slim, caratterizzato per essere compatto e poco profondo, disponibili anche con caricamento dall’alto.