Legge di Bilancio 2018: tutte le agevolazioni fiscali per le imprese

Legge di Bilancio 2018: tutte le agevolazioni fiscali per le imprese
Legge di Bilancio 2018: tutte le agevolazioni fiscali per le imprese

È stato approvato dal Consiglio dei Ministri ed ha iniziato l’iter di pubblicazione il disegno di legge relativo alla Legge di Bilancio 2018 ed al bilancio pluriennale per il triennio 2018 – 2020. Tante le misure e le agevolazioni fiscali per le imprese contenute nella manovra in corso di approvazione. Prorogato per il 2018 l’Iperammortamento del 250%, prorogato anche il superammortamento ma con riduzione della percentuale dal 140% al 130%. Approvato anche il lancio della Nuova Sabatini per l’anno 2018 ed un credito d’imposta per la formazione 4.0.

Quali sono le novità introdotte della legge di bilancio 2018? La manovra fiscale prevede innanzitutto la sterilizzazione totale delle clausole di salvaguardia per un totale di 15,7 miliardi. Inoltre, per il 2018, si eviterà l’aumento delle aliquote IVA e delle accise. Sono previsti dalla legge di bilancio 2018 investimenti pubblici aggiuntivi per circa 300 milioni di euro, che diventeranno 1,2 miliardi di euro nel 2020.

La Legge di Bilancio 2018 non dimentica il comparto giovani e le politiche a loro favore, quali riduzione del cuneo fiscale per le nuove assunzioni con i contratti a tutele crescenti. Infine misure di lotta alla povertà, reddito di inclusione e contrasto all’evasione fiscale con l’implementazione dello split payment e della fatturazione elettronica.

Il Governo con la Legge di Bilancio 2018 non trascura però le imprese, riconfermando incentivi fiscali già previsti nelle precedenti leggi di bilancio pubblico e prevedendo nuove forme di incentivazione, con un occhio particolare al Mezzogiorno.

Vediamo insieme gli incentivi fiscali alle imprese previsti nella Legge di Bilancio 2018.

Superammortamento anche nel 2018.

Riconfermato per il 2018 l’incentivo fiscale noto come superammortamento ma con aliquota che passa dal 140% al 130%. Tale incentivo agevola l’acquisto di macchine utensili tradizionali e a quanto pare dalla legge di Bilancio 2018 sarà esteso anche ad investimenti effettuati nel 2018, prevedendo la possibilità di ricevere i beni in consegna fino al 30 giugno 2019. Tale estensione vale a patto che si sia versato un acconto pari ad almeno il 20% dell’importo del bene entro il 2017.

Tuttavia dal testo ufficiale della Legge di Bilancio 2018 dovrebbero però essere esclusi dal beneficio i beni agevolabili ed i veicoli usati come beni strumentali nell’attività di impresa.

Per maggiori informazioni vediamo il super ammortamento 2018.

Iperammortamento 2018.

Riconfermato nella stessa forma l’iperammortamento al 250% per il 2018. Tale misura, in vigore dallo scorso anno e riconfermata dalla Legge di Stabilità 2018, è stata prevista per favorire i processi di trasformazione tecnologica e/o digitale in chiave “Industria 4.0”, quindi si riferisce essenzialmente all’acquisto di beni funzionali alla digitalizzazione dei processi produttivi e a favorire gli investimenti tecnologici e digitali in un’ottica di crescita tecnologica delle imprese.

Quindi la misura sarà applicabile anche agli acquisti effettuati nel 2018 e, per gli stessi, si potrà anche solo versare un acconto del 20% per poi vedersi consegnato il bene entro il 2019.

Per i software invece, nonostante gli stessi siano di alto contenuto tecnologico, l’aliquota resterà ferma al 140% e sarà applicabile solo se l’azienda abbia contemporaneamente effettuato un investimento sul quale applicare l’iperammortamento.

Per maggiori informazioni vediamo l’Irper ammortamento 2018.

Credito imposta formazione in attività 4.0.

Tra le novità principali della Legge di Bilancio 2018 ci sarà il credito d’imposta relativo alla formazione in attività 4.0 per il triennio 2018 – 2020.

Il credito di imposta per la formazione in attività 4.0 sarà previsto nella misura del 50% per spese fino a 1 milione di euro, si riferirà esclusivamente al costo aziendale del personale dipendente occupato in attività di formazione e per il periodo di tempo in cui il personale sarà occupato in attività di formazione negli ambiti definiti come industry 4.0 dalla Legge di Bilancio dello scorso anno.

Tale credito d’imposta deve essere indicato nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta in cui le spese per il personale dipendente impegnato in attività di formazione sono state sostenute.

Per maggiori informazioni vediamo il credito imposta formazione 4.0.

Nuova Sabatini 2018.

La legge di Bilancio 2018 rifinanzia la “Nuova Sabatini” per i finanziamenti agevolati all’acquisto di macchinari industriali.

Ricordiamo per la Nuova Sabatini è l’agevolazione prevista dal Ministero dello sviluppo economico per facilitare l’accesso al credito delle imprese e accrescere la competitività del sistema produttivo del Paese. La misura riguarda gli investimenti relativi agli acquisti o alle acquisizioni in leasing di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, nonché software e tecnologie digitali.

In termini monetari la legge di Bilancio 2018 ha previsto per tale agevolazione: 33 milioni in più per il 2018, 66 milioni dal 2019 fino al 2022, 33 milioni per il 2023. Il 30% delle risorse è destinato alla concessione di finanziamenti per “Industry 4.0”.

Per maggiori informazioni vediamo la Nuova Sabatini 2018.

Fonte: Legge di Bilancio 2018: tutte le agevolazioni fiscali per le imprese