Caritas: Roma capitale della povertà

Caritas: Roma capitale della povertà

Roma capitale della povertàNel 2016 si stima che in Italia 1 milione e 619 mila famiglie(nelle quali vivono 4 milioni e 742 mila individui) siano in povertà assoluta. E non si registra alcun recupero rispetto ai valori degli ultimi 4 anni. E’ il dato certificato di recente dall’Istat e che la Caritas prende a riferimento per una mappa della povertà a Roma.

A livello nazionale, l’incidenza della povertà assoluta in Italia è pari al 6,3% per quanto riguarda le famiglie; per gli individui, il dato addirittura cresce, sia pur di poco, e va al 7,9%. L’Italia resta l’unico in Europa, insieme alla Grecia, ancora privo di una misura nazionale universalistica contro l’indigenza assoluta. Il

La Caritas scrive: “La povertà può assumere anche sembianze imprevedibili: forme di vero e proprio barbonismo domestico, cioè persone in abbandono totale pur essendo proprietari di una casa”. A Roma quasi il 22% della popolazione è composto da anziani, in alcuni municipi gli anziani  superano il 43%. Un terzo degli ultrasessantacinquenni di Roma è a rischio povertà. L’emergenza casa coinvolge più di 30 mila famiglie, tra queste 5 mila persone vivono in case occupate abusivamente. Manca un’offerta abitativa in affitto a prezzi accessibili. Nella Capitale sono oltre 130.000 gli alloggi sfitti. La quota degli alloggi in affitto sociale è il 4,3% a fronte di media europea del 13,7%. All’inizio del 2017 risultano presi in carico a Roma dalle strutture pubbliche 6.785 utenti per uso di stupefacenti e quasi mille per l’alcool. E’ solo la punta dell’iceberg: il traffico di stupefacenti è in crescita. Nel 2016 le operazioni antidroga effettuate nella provincia di Roma sono state 3.446 con il sequestro di 9.966 chili di sostanze.

Fonte: Caritas: Roma capitale della povertà