Come scegliere la tequila migliore

Una delle bevande alcoliche più amate e apprezzate in tutto il mondo è la tequila, un distillato dalle origini antiche che trova l'approvazione dei più appassionati bevitori. Perfetta da consumare in purezza oppure all'interno di drink dal sapore molto forte, sono molteplici gli usi di questo liquido ambrato.

La produzione principale della tequila si ha in Messico dove ci sono più di 100 distillerie che realizzano il liquido in base a ricette che sono uniche. Nello specifico ci sono ben 7000 etichette di tequila differenti, tutte diverse per colore e sapore ma soprattutto per gradazione d'alcool.

L'origine della tequila

L'origine della tequila risale al sedicesimo secolo, si tratta di un distillato che in origine veniva realizzato dalle popolazioni azteche, gli indigeni utilizzavano infatti l'agave blu, una pianta diffusa soprattutto nel territorio denominato Tequila; da qui l'origine del nome. Su www.latequila.it è possibile scoprire tutti i vari tipi di tequila e le differenze tra gli stessi.
Quella prodotta dagli aztechi era l'antenata della tequila anche se, rispetto al liquido attuale, ci sono delle differenze di non poco conto in primis per il colore, non per nulla infatti veniva chiamata tequila bianca o classica.

Il salto di qualità della tequila si ha agli inizi del '600 con l'arrivo dei conquistadores, nel momento in cui terminarono il brandy, iniziarono a distillare quella che era la produzione degli indigeni. Nasce così la tequila che oggi conosciamo, in pochissimo tempo infatti venne esportata nel mondo e fatta conoscere dapprima negli Stati Uniti e poi anche in Europa. Ad oggi la tequila messicana è un distillato di elevatissima qualità che anche i palati poco allenati riescono a riconoscere ovunque nel mondo.

Le diverse modalità di produzione ma soprattutto invecchiamento hanno permesso di realizzare una vera e propria produzione a carattere internazionale. La specializzazione delle diverse caratteristiche viene segnalata attraverso il Nom, un numero di serie che tutte le bottiglie hanno e che permette di differenziare una produzione dall'altra.

Come scegliere la migliore tequila

Considerando la storia del distillato, è importante saper acquistare bottiglie di qualità per non ritrovarsi un prodotto lontano dall'originale. La migliore tequila infatti è semplice da riconoscere, basta leggere l'etichetta. La migliore produzione è quella messicana, più aderente alla tradizione e realizzata con gli ingredienti veri che già gli aztechi avevano sfruttato. Nello specifico si tratta dell'agave blu, l'unico ingrediente in grado di dare al distillato il suo sapore caratteristico. Nel corso del tempo si è riusciti a realizzare una monocoltura di agave blu, perché per la tequila si usa solo l'interno, il cuore della pianta ricco di sapori e gusto, e con i tiragli si creano altre piantine figlie, che purtroppo sono diventate molto fragili e oggetto di attacco da parte di malattie tipiche della coltura.

La produzione della tequila è differente, il metodo tradizionale è quello che prevede la cottura a vapore del cuore della pianta e due distillazioni differenti. L'arrivo di una migliore tecnologia ha permesso di creare alambicchi simili alle pentole a pressione per la cottura ma, alcune aziende non rinunciano alla tradizione preparando il distillato all'interno di forni tradizionali. Il consiglio è quello di acquistare solo tequila messicana e che non contenga altri zuccheri ma solo quelli derivanti dall'agave.

Come si beve la tequila

Insolita è la richiesta di tequila liscia, un distillato dal sapore piuttosto intenso che dovrebbe in questo caso, essere accompagnato almeno da un bicchiere d'acqua. A differenza di altri liquidi alcolici non c'è bisogno di muovere il bicchiere per liberarne i profumi, la tequila farà tutto da sola. L'uso all'interno dei drink è molto diffuso basti pensare al Margarita oppure al Long Island, insomma, la tequila di qualità si può usare in tantissimi modi e con grande successo.

Infine, molto diffusi sono gli shot con tre parti di acqua tonica, basta un po' di sale o una fetta di lime per esaltarne al meglio il sapore e rendere unico il bicchierino.