Mercato libero, come scegliere un’offerta per luce e gas

Il mercato libero della distribuzione dell’energia elettrica e del gas per uso domestico ha aperto enormi possibilità di risparmio per i consumatori ma, parimenti, necessità da parte dell’utente di una maggiore attenzione per quanto riguarda la scelta del fornitore e delle tariffe. Soffermiamoci sulla distribuzione del gas. Enel Energia, che comprende la divisione Enel Gas, prevede, ad esempio, una serie di piani tariffari studiati per venire in contro alle esigenze dell’utente che ha la facoltà di scegliere tra un canone mensile fisso e stabilito in anticipo, e una tariffa a seconda del consumo annuo di gas. Strutture tariffarie di questo tipo vengono offerte anche da altre realtà come Sorgenia o Acea.

Scegliere un fornitore d’energia per la propria casa ed un specifico piano tariffario richiede, quindi, una precisa analisi delle offerte delle singole aziende e, soprattutto, necessità di avere le idee ben chiare in merito a consumo energetico annuo, sia per quanto riguarda il gas che per quanto riguarda la luce elettrica visto e considerato che, molto spesso, le aziende offrono entrambi i servizi, in contemporanea, alla clientela.

Una buona strategia per approcciarsi al mercato dell’energia può essere quella di valutare con attenzione i consumi di luce e gas degli anni passati magari confrontandoli anche con i consumi di altri familiari o amici in modo da avere ben chiare quali siano le proprie esigenze energetiche.