Ricambi veicoli industriali

Ricambi veicoli industriali: garanzia di qualità
Nel nostro paese la gran parte delle merci viaggia ancora su strada, ragion per cui il settore dei veicoli industriali rappresenta un segmento centrale nel panorama degli autoveicoli in genere. I ricambi per veicoli industriali devono rispondere alle maggiori garanzie di durata ed affidabilità nel tempo ed è quindi essenziale rivolgersi ad aziende leader di settore in grado di assicurare il massimo dal punto di vista qualitativo.
Altro fattore essenziale in un mercato “frenetico” come quello attuale è legato ai tempi di consegna che, al fine di agevolare il cliente finale, dovranno essere il più possibile tempestivi; a tal fine verificare che il fornitore abbia un contatto preferenziale con i produttori rappresenta un importante valore aggiunto.
Disponibilità di molteplici ricambi per rispondere a qualsiasi esigenza
Un buon fornitore di pezzi di ricambio deve saper rispondere con tempestività a qualsiasi esigenza sia essa legata a materiale elettrico, parti di motore, impianto frenante, impianto pneumatico, filtri, frizioni, ammortizzatori, specchi, ferramenta ed accessori in genere. I vari ricambi, se non originali (prodotti e commercializzati dalla casa madre con il suo marchio) dovranno essere perfettamente compatibili e, qualora prelevati da veicoli usati, conformi alla normativa vigente in materia.
Tanti i “ricambi” possibili oltre quelli originali Il vasto panorama dei ricambi destinati ai veicoli industriali consente l’installazione dei cosiddetti ricambi equivalenti ossia prodotti e messi in commercio da venditori omologati per il primo impianto e commercializzati con il medesimo marchio. I ricambi equivalenti differiscono dai cosiddetti “ricambi alternativi” in quanto questi ultimi sono prodotti da aziende che non riforniscono le “case madri” produttrici dei vari veicoli pur rispettando gli stessi criteri per quanto riguarda specifiche tecniche e standard attesi.
Molto diverso è poi il caso dei ricambi usati e prelevati da veicoli industriali destinati alla demolizione.
Al fine di assicurare il massimo livello di tutela e sicurezza esiste un’apposita normativa che impone di riutilizzare solo e soltanto i ricambi
provenienti da veicoli industriali sottoposti a revisione.
Negli ultimi anni, con l’introduzione di nuovi decreti rivolti alla maggiore concorrenza nel settore, hanno preso sempre più piede anche i ricambi rigenerati definiti come pezzi di ricambio che, attraverso opportuni trattamenti effettuati dai fornitori di primo impianto o dalla casa madre, vengono riportati alle medesime prestazioni dell’originale.
Il mercato dei ricambi veicoli industriali è agguerrito ma attenzione ai “low cost”
Rivolgersi a rivenditori qualificati è estremamente importante per evitare di incorrere in ricambi low cost che, a fronte di una spesa indubbiamente ridotta, non offrono alcuna garanzia qualitativa.
E’ il caso, sempre più diffuso, di parti di ricambio contraffate e prodotte in paesi esteri, molto spesso asiatici, che non rispettano la vigente normativa in quanto, utilizzando materiali di bassa qualità, si rivelano non conformi ai severi standard di mercato.
Se, dunque, dal punto di vista dei costi di acquisto, l’introduzione sul mercato dei ricambi equivalenti ha prodotto effetti positivi è utile guardarsi dai prezzi “stracciati” che potrebbero rivelarsi dannosi non solo dal punto di vista delle “performance” ma anche sul versante legale e normativo.